Ulcere Arti Inferiori: Ulcere Linfatiche

Le lesioni trofiche si manifestano raramente nel paziene con linfedema degli arti inferiori.
All'anamnesi è possibile riscontrare un pregresso trauma o un processo flogistico-settico locale.

EZIOPATOGENESI

Ulcere LinfaticheLa stasi linfatica determina un passaggio ed accumulo nello spazio interstiziale di liquidi, macromolecole proteiche e cataboliti vasoattivi con stimolazione degli elementi cellulari fibroiblastici e fibrosi secondaria.

Processi aderenziali tra derma e fascia determinano la formazione di vescicole la cui rottura, per fenomeni abrasivi o microtraumi, provoca la formazione di ulcere.

CLINICA

La sede è quanto mai variabile. Di forma regolare, fondo roseo, associata a linforrea ed marcata essudazione,con bordo piatto e poco rilevato, presenta una cute perilesionale anaelastica e dura.
Il paziente lamenta parestesie e bruciore intenso.
Non infrequente la sovrainfezione batterica dovuta all'entità dell'essudato.
Obiettivamente è tipico l'edema del dorso del piede, aspetto a gobba di bufalo, e segno di Stemmer positivo (impossibilità a pinzettare la cute del 2° dito del piede).

TERAPIA

Ulcere Linfatiche Cardine della terapia dell'ulcera linfatica è l'associazione tra elastocompressione e pressoterapia.
Il bendaggio a doppio strato (benda all'ossido di zinco e benda elastica a corta estensibilità), da degli ottimi risultati, avendo, però, l'accortenza di proteggere la cute con cotone di germania.
La sostituzione delle bende è da correlare alla quantità dell'essudato ed in genere va rinnovato ogni tre-quattro giorni.
L'utilizzo delle medicazioni a base di schiuma di poliuretano e alginato permette di tenere in loco il bendaggio per un maggior numero di giorni offrendo al paziente un miglior comfort, riducendo il turnover delle medicazioni e conseguentemente i costi sanitari.

Consulenza Professionale
Registrati
Utenti iscritti: 2373
Testo da ricercare:
LA DIGNITA' DEI PAZIENTI AFFETTI DA LCC E' TUTELATA DALLE STRUTTURE SANITARIE E NON DEL NOSTRO PAESE?
SI: 3 voti
NO: 7 voti
Voti: 10

RELAZIONI SCIENTIFICHE

X Corso di Aggiornamento Napoli 2012
Le relazioni


III Corso di Aggiornamento
Campolongohospital 2004
(1 parte)
Le Relazioni

III Corso di Aggiornamento
Campolongohospital 2004
(2 parte)
Le relazioni

V Corso di Aggiornamento
Campolongohospital 2006
Le Relazioni

VI Corso di Aggiornamento
Napoli 2007
Le Relazioni

VII Corso di Aggiornamento Napoli 2009
Le Relazioni

FIDIA Le medicazioni Bioattive Napoli - Aprile 2009
Le relazioni

ROLE PLAYING

SIMULAZIONE DI CASI CLINICI PER L'AUTOVALUTAZIONE

Caso Clinico A

Caso Clinico B

Tests clinici A

Tests clinici B

Tests clinici C