Il Primo Portale Italiano sulle Lesioni Croniche Cutanee

Classificazione secondo Wagner

Condividi
Condividi

Le lesioni trofiche del piede vengono differenziate secondo la classificazione di Wagner:

1° Superficiale non infetta (cute sottocute)

2° Profonda non infetta (tendini, muscoli, ossa)

3° Profonda infetta

4° Lesioni ischemiche (necrosi parcellare o gangrena dita)

5° Gangrena estesa del piede (intervento demolitivo)

Il dolore, più intenso nelle ore notturne, si accentua in posizione supina e si riduce ponendo l’arto in posizione declive.

In presenza di neuropatia la componente dolorifica può essere ridotta o assente.

I polsi periferici sono iposfigmici o assenti.

Elevando l’arto compare rapido pallore del piede con ritardo del riempimento

venoso al ripristino della posizione declive

Il piede è freddo, la cute è atrofica e secca con perdita degli annessi,le unghie appaiono irregolari ed ispessite. Possono coesistere fissurizzazioni cutanee.

Nella storia clinica del paziente si potrà evidenziare una claudicatio intermittens.

Resta aggiornato!

Letta la Privacy Policy, cliccando su “Iscriviti” acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per l’invio della newsletter settimanale, accesso in anteprima ai contenuti e promozioni. Puoi cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento.