Il Primo Portale Italiano sulle Lesioni Croniche Cutanee

Idrofibre

Condividi
Condividi

MEDICAZIONE: IDROFIBRA

Esistono viarie tipologie di prodotto  ascrivibili a questa  categoria di medicazioni.

  • IDROFIBRA IN CARBOSSIMETILCELLULOSA SODIC A (NaCMC) – TECNOLOGIA HYDROFIBER-

Questa medicazione che si presenta in tessuto non tessuto (TNT) composta da fibre gelificanti   e  arricchita di fibre rinforzanti in LYOCELL MEDICALE ( Figura 1) . Realizzata con tecnologia brevettata “HYDROFIBER”.   Sono presenti 1,2% in peso di fibre gelificanti + 1,2% in peso di Ioni Argento.

  • MEDICAZIONI IN IDROFIBRA IN CARBOSSIMETILCELLULOSA SODICA (NaCMC): HEXALOCK ®  TECHNOLOGY

  • Una medicazione in TNT con fibre bicomponente (BICO) termosaldate in una rete di unità esagonali, per conferire robustezza. Figura 2
  • IDROFIBRA IN CELLULOSA ETILSOLFONATA (ESC)

Medicazione in   TNT, con trama rafforzata, con e senza Argento. Figura 3

Questa tipologia di medicazioni viene inserita nella macro area (Figura 4)   MEDICAZIONI CHE PROMUOVONO LA GRANULAZIONE (vedi La classificazione funzionali delle medicazioni)

Le caratteristiche tecnologiche della medicazione in generale sono:

  1. Assorbimento/ritenzione (parametro positivo)
  2. Diffusione verticale (parametro positivo)
  3. Diffusione orizzontale (parametro negativo)
  4. Destrutturazione (parametro negativo)

Nel caso delle IDROFIBRE   le loro caratteristiche tecnologiche sono:

  • Assorbimento/ritenzione
  • Diffusione verticale

In assenza di parametri negativi – Figura 5 –

Queste caratteristiche determinano un’ottima gestione dell’essudato, FUNZIONE PRIMARIA, delle lesioni iperessudanti, con un suo trasporto verso l’esterno. Inoltre l’assenza di trasmissione orizzontale   non determina fenomeni di macerazione del margine e della cute perilesionale. – Figura 6 –

Inoltre le sue caratteristiche non vengono in nessun modo compromessi dall’applicazione di una terapia compressiva.

Questa categoria di prodotto attiva, come FUNZIONE SECONDARIA, un processo di DETERSIONE AUTOLICA sul fondo di lesione.

AVVERTENZA: LE CARATTERISTICHE TECNOLOGICEHE NON SONO DEL TUTTO SOVRAPPONIBILI TRA LE VARIE TIPOLOGIE DI PRODOTTO.

ATTENZIONE: NON ADOPERARLE IN PRESENZA DI LESIONI CON SCARSO ESSUDATO.

 ATTENZIONE: IN PRESENZA DI ESSUDATO MOLTO CORPUSCOLATO.  RIAVVICINARE I TEMPI DI CAMBIO MEDICAZIONE.

  • MEDICAZIONE IN IDROFIBRA IN POLIACRILATO

 Matrice micro-aderente TLC (Tecnologia Lipido-Colloidale, composta da particelle di carbossimetilcellulosa e sostanze lipidiche). Un nucleo acrilico, presente nelle fibre di poliacrilato, che garantisce una rimozione della medicazione in un pezzo.

Questa tipologia di medicazione ha come FUNZIONE PRIMARIA, quella di attivare un processo di DETERSIONE AUTOLITICA sul fondo della lesione. Il poliacrilato gelificando a contatto con l’essudato, garantisce una buona azione di detersione. Figura 7

Per questa sua caratteristica viene classificata in una macroarea diversa – Figura 7 – da  quella indicata precedentemente.  I poliacrilati si classificano come MEDICAZIONI CHE PROMUOVONO L’AUTOLISI ED IL DEBRIDEMENT

Questa tipologia di medicazioni è compatibile con TERAPIA COMPRESSIVA.

Resta aggiornato!

Letta la Privacy Policy, cliccando su “Iscriviti” acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per l’invio della newsletter settimanale, accesso in anteprima ai contenuti e promozioni. Puoi cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento.